25 febbraio – Roberto Speranza

Città dell'Altra Economia. Presentazione di un nuovo soggetto di centrosinistra
foto via Ilgiornale.it

“Vogliamo ricostruire il centrosinistra, batterci per un nuovo centrosinistra nel Paese, libero da smanie autoreferenziali, dalla ricerca di un leader che rappresenta tutto e tutti.

Oggi non nasce un nuovo partito ma un percorso, un movimento che vuole unire, che si interroga e vuole ragionare in modo inclusivo”

Roberto Speranza

È stato presentato questa mattina a Roma il nuovo soggetto politico che riunirà i fuoriusciti dal Partito democratico e alcuni ex-parlamentari di Sinistra italiana. Si chiama “Democratici e progressisti” e annovera tra i suoi rappresentanti il deputato Roberto Speranza, il presidente della regione Toscana Enrico Rossi (entrambi ex Pd) e il deputato Arturo Scotto, che pochi giorni fa ha lasciato Sinistra italiana in polemica con la dirigenza del partito guidato da Nicola Fratoianni.

I gruppi parlamentari di Democratici e progressisti si formeranno probabilmente la prossima settimana, quando verrà ufficializzato il simbolo del movimento.

7 thoughts on “25 febbraio – Roberto Speranza

  1. salvo la cimice 25 Febbraio 2017 / 5:48 pm

    Tutti procarioti sono. Hanno l’arte indiscussa della mitosi …. Uff😃

    • Daniele Conti 26 Febbraio 2017 / 2:26 am

      C’è da perdersi oggi a seguire i (ri)posizionamenti tattici dei diringenti Pd o ex

      • salvo la cimice 26 Febbraio 2017 / 4:15 pm

        A me pare che stiamo tentando di moltiplicarsi per confondere sempre più. Se ogni corrente contraria fonda un nuovo movimento altro che rotoloni regina per votare! Voti dispersivi. Io sono di sinistra. Sinistra lombardiana (il buon Lombardi) ormai ci sono tante correnti…I punti di riferimento ormai non esistono più. Solo correnti di pensiero. I fatti… beh è come cercare un ago nel pagliaio. 😀

      • Rodolfo F 7 Marzo 2017 / 11:20 am

        Ho letto il loro manifesto che trovo assolutamente condivisibile (anche un po’ socialista); il tema è la credibilità, bassa, dei protagonisti. Io sto a vedere che succede….

  2. BERRO 26 Febbraio 2017 / 8:37 am

    Mi risulta molto difficile credere che ne valeva la pena !

  3. caterina rotondi 26 Febbraio 2017 / 10:34 am

    Il minestrone continua…ognuno con la sua ricetta…che stufa…lasciando solo …bruciori di stomaco.

Rispondi